8 novembre 2012

PERCHE '- Daniela Taliana




Il 7 novembre 2012 si sono svolti i funerali di una giovanissima ragazza deceduta in circostanze dai contorni ancora misteriosi in riva al lago di Bracciano: Federica Mangiapelo era all'inizio di una vita ancora tutta da definire, se la morte non fosse sopraggiunta crudele, non si sa a causa di chi o di cosa...
Morte che allunga sinistramente la lista delle giovani donne che non avranno il privilegio d’invecchiare, lasciando irrisolti tanti punti interrogativi.
Di certo c'è solo la loro morte di e il dolore disperato che resta al loro posto a tenere compagnia a chi le ama.
L'unica cosa che possiamo fare per loro ormai è ottenere verità e giustizia, senza sconti di pena che aggravino il già immenso dolore di chi le ha perse e beffino la memoria delle vittime.
La vita è sacra e chi ne priva un altro essere umano sadicamente e volontariamente, deve passare il resto della loro esistenza espiando la colpa di aver non solo ucciso una persona, ma anche di conseguenza inferto un colpo devastante ai loro familiari.
Su questo deve riflettere chi, senza scrupoli, difende a ogni costo questi individui che spesso non mostrano neppure pentimento.
Dobbiamo schierarci dalla parte delle vittime, non dei loro carnefici, dalla parte delle vittime e dei loro cari che restano a chiedersi: PERCHE'?

PERCHE'


Perchè piccola mia, 

sei sparita nella nebbia 

di questa vita che ormai 

non ti appartiene 

perchè l'età dell'innocenza 

ti ha visto sfiorire ancora prima 

di raccontarti la fine della favola 

perchè il silenzio ora è interrotto 

solo dal lento scorrere delle lacrime 

sul volto di chi avrebbe dato la 

sua vita per vederti crescere. 

Mi trafigge l'impotenza di quest'ultimo forte abbraccio 

che avrebbe voluto strapparti all'Inesorabile 

ed ora stringe rassegnato solo l'aria 

che hai respirato per troppo poco 

perché. 

Daniela Taliana

Nessun commento: